BABYLON FILES

Babylon 5 Reference    it.fan.tv.babylon5

Benvenuti su Babylon Files, riferimento italiano a Babylon 5 e luogo di incontro per tutti gli appassionati della serie e per chi vuole avvicinarsi per la prima volta.

Qui troverete le schede di tutti gli episodi, trame, informazioni e curiosità, ma soprattutto il Babylon 5 Reference, ovvero un completo riferimento a nomi, luoghi e terminologia dell'universo di Babylon 5.

Enciclopedia di Babylon 5

Voce selezionata: Sinclair, Jeffrey David
Traduttore: Massimo, Eugeal
Categoria: Personaggi
Testo originale: Babylon 5 Reference - http://www.zocalo.uk.com

Torna a: Indice del Babylon 5 Reference



Sinclair, Jeffrey David

Indicizzato anche come: Jeffrey Sinclair

Nato sulla Colonia di Marte alle 09:15 dell'Orario Standard Terrestre il 3 maggio 2218, passò tre anni ad essere educato come Gesuita alla scuola gestita da Padre Rafelli e sua moglie. Quest'ultimo affermò che Sinclair "aveva dignità" solo per ritrovarsi il suo motoscafo rimontato in cima a una guglia come scherzo dal suo studente poco tempo dopo.
Ha poi lavorato qualche anno come manovale prima di arruolarsi nella Forza Terrestre nel 2237 come pilota, continuando una tradizione familiare a cui si può risalire sino alla battaglia di Inghilterra. Nel fare ciò imparò molto da suo padre, che trionfò nella Guerra contro i Dilgar, e non dimenticò mai ciò che vide quando Balus fu riconquistato. All'Accademia iniziò una lunga e duratura, anche se con alti e bassi, relazione con Catherine Sakai ed ebbe la sfortuna di far cadere un vassoio di cibo addosso a John Sheridan che lo ripagò rendendo il suo primo anno, e l'ultimo di Sheridan, un inferno.
All'Accademia avrebbe trovato anche un altro amore della sua vita: i lavori del poeta Tennyson, specialmente l'"Ulysses", del quale avrebbe successivamente detto ad un Minbari che leggerlo lo avrebbe aiutato a capire meglio sè stesso. Studiò arti marziali, incluso l'uso del bo, bokken e jo, disciplina che avrebbe praticato ogni volta che ne avesse avuto l'opportunità nel corso degli anni.
Il ruolo di pilota della Forza Terrestre diventò ufficiale nel 2240, e diventò il leader della sua squadriglia solo un anno più tardi, apparentemente una corsia veloce per diventare Ammiraglio. La sua prospettiva di carriera arrivò ad una fine improvvisa durante la Guerra Terra-Minbar quando Sinclair volò con il 361esimo Squadrone Tattico d'Assalto, guidandoli verso la Battaglia della Linea dove fu l'unico sopravvissuto del suo squadrone di Starfury, gli altri furono distrutti in meno di un minuto. Durante la battaglia, dopo essere riuscito a distruggere un caccia Minbari, con la sua nave danneggiata tentò di speronare un Incrociatore da Guerra Minbari, ma svenne e, quando si svegliò nel suo caccia, ventiquattro ore dopo, con solo quattro ore di ossigeno consumate, la guerra era finita.
Con un giorno della sua vita inesplicabile, Sinclair soffrì di una perdita di fiducia da parte dei suoi superiori e fu trasferito da un posto all'altro, tormentato da quel giorno mancante.

Nel 2254 fu assegnato alla Colonia di Marte per aiutare con le sommosse per il cibo. In quel frangente lavorò sia con John Sheridan, che ebbe l'opportunità di aiutare in un'accesa discussione con quattro rivoltosi, sia con Laurel Takashima, che cercò di riportare sulla retta via e limitò i danni dopo che lei era caduta nell'infamia della corruzione che era diffusa sulla colonia. L'anno seguente, quando fu assegnato ad investigare sulla possibile attività segreta umano-alieno sulla Colonia di Marte, dedusse che il fallimento delle precedenti missioni era dovuto ad una fuga di notizie. Per risolvere la situazione assunse un pilota di shuttle privato, Michael Garibaldi, e i suoi due aiutanti, Foster e Sanchez, per effettuare ricognizioni aeree. Lo shuttle precipitò al quinto giorno in seguito ad un malfunzionamento di sistema, Foster rimase ucciso e Sanchez si ruppe una gamba. I due iniziarono una camminata di cinquanta miglia per uscire dal deserto e cercare aiuto, durante la quale osservarono il disseppellimento di una Nave da Guerra delle Ombre da parte di un'altra, evento di cui fu testimone anche la dottoressa Mary Kirkish e osservarono un'operazione segreta del Corpo Psi.
Quando furono scoperti, usarono le granate per distruggere l'installazione e scappare, ma la successiva investigazione della Forza Terrestre non trovò alcuna prova che la base fosse mai esistita, l'unica cosa che rimase loro a prova di questo evento fu un badge del Corpo Psi e una solida amicizia.

Successivamente ai due anni passati sulla Colonia di Marte Jeffrey Sinclair fu nominato primo comandante di Babylon 5 con il benestare dei Minbari, con sua grande sorpresa conoscendo il prestigio di quel comando. Richiese che i suoi due fidati colleghi della Colonia di Marte, Laurel Takashima e Michael Garibaldi, lo seguissero rispettivamente come ufficiali esecutivo e della sicurezza.
Divenne molto orgoglioso di Babylon 5, credendo fermamente nel suo ruolo di mantenere la pace, e allo stesso modo fu orgoglioso del suo staff di comando, descrivendo Susan Ivanova come il miglior ufficiale con cui avesse mai servito. Nonostante questo continuarono a riscrivere e a piegare le regole, anche se forse ciò era dovuto all'unicità del Progetto Babylon più di qualunque altra cosa. Subito dopo la sua nomina su Babylon 5, nel 2257, divenne il primo sospetto nel tentato assassinio dell'ambasciatore Vorlon, Kosh, ma riuscì a gestire il problema e, con l'aiuto di Michael Garibaldi, catturò il vero colpevole in uno scontro diretto.
Questo tipo di azione "in prima persona" era tipica, Sinclair si metteva in continuazione sulla linea di tiro anche troppo spesso. Ad esempio si era personalmente infiltrato in una cellula Homeguard, finchè fu messo in guardia da Michael Garibaldi sulla sua ossessiva sindrome dell'eroe. Un altro tratto caratteristico di Sinclair era che, quando non era possibile usare un'azione diretta, riusciva a trovare soluzioni non convenzionali ai problemi.
Ad esempio ha usato il potere garantitogli dal Rush Act per fornire un pacifico compromesso riallocando crediti dal budget militare di Babylon 5 invece di usare la forza com'era normalmente richiesto. Questa fu una decisione che gli procurò molti nemici nel Governo Terrestre, che in seguito inviò il Colonnello Ari Ben Zayn, un investigatore degli affari interni, per valutare lo staff di comando della stazione e la loro lealtà all'Alleanza Terrestre.

Nel corso dell'anno successivo Jeffrey Sinclair scoprì sempre di più circa il "buco nella sua mente" che gli fu svelato dal Minbari che tentò di assassinare Kosh, in particolare quando alcune memorie delle mancanti 24 ore dalla Battaglia della Linea furono rievocate nel corso dell'interrogatorio per mano del Cavaliere Uno e del Cavaliere Due, rivelandogli che era stato catturato dai Minbari, poi torturato e scansionato dal Consiglio dei Grigi.
In aggiunta al suo passato ricevette alcune inquietanti visioni del futuro, gli fu mostrata una visione della possibile distruzione di Babylon 5 dalla veggente Centauri, Lady Ladira e in seguito un flash avanti nel tempo su Babylon 4 dove vide sé stesso e Michael Garibaldi coinvolti in una disperata retroguardia armata in un momento in cui Babylon 5 era invasa da un nemico sconosciuto e mai visto prima. Riprese la sua relazione con Catherine Sakai proponendole finalmente il matrimonio alla fine del 2258.
Con l'assassinio del Presidente Luis Santiago pensò che l'universo era ad un bivio e nulla sarebbe stato più lo stesso.

Pochi giorni dopo, il 3 Gennaio 2259, ebbe la prova di aver ragione, quando fu richiamato all'Earthdome senza nessun avviso dove Rathenn, un membro del Consiglio dei Grigi, recuperò le sue memorie delle ventiquattro ore mancanti, rivelandogli che avevano scoperto che lui aveva un'anima Minbari, e fu per questo motivo che si erano arresi.
Invece di tornare su Babylon 5 fu rimpiazzato dal Capitano John Sheridan e incaricato a diventare il primo Ambasciatore di sempre dell'Alleanza Terrestre nella Federazione Minbari sul pianeta Minbar nel Gennaio 2259 dove la storia si sarebbe ripetuta poichè fu sospettato del tentato assassinio contro il nuovo leader Minbari, o Chosen One, Jenimer.
Dopo essersi discolpato, assunse il totale comando dei Ranger come Ranger One, successivamente diventò Entil'Zha, e con l'aiuto di Rathenn e altri, nel corso dell'anno e mezzo successivo li trasformò in un'organizzazione che giocò un ruolo chiave nella lotta contro le Ombre. Si fece la reputazione tra i Ranger di dare sempre risposte enigmatiche. La sua vita ebbe un tocco ancora più drammatico quando una lettera di Valen vecchia di oltre novecento anni e indirizzata a "Jeffrey David Sinclair" gli fu portata da Rathenn.
Si rifiutò di discutere della lettera con Rathenn e partì immediatamente per Babylon 5, unendosi alle forze con Delenn e John Sheridan a bordo della White Star per sottrarre Babylon 4 e usarla nella precedente Guerra contro le Ombre, e anche per cercare Catherine Sakai, che cadde attraverso una fenditura del tempo mentre cercavano di impedire alle Ombre di prenderne il controllo.

Jeffrey Sinclair arrivò alla "chiusura del cerchio", viaggiando indietro nel tempo con Babylon 4 accompagnato da Zathras. Lungo la strada usò il dispositivo di crisalide che fu portato da Epsilon 3 da Zathras per trasformarlo di aspetto in un Minbari, sapendo che i Minbari non avrebbero mai accettato la stazione se fosse apparso come umano. Dopo essere arrivato un migliaio di anni nel passato, e affiancato da due Vorlon, il Minbari non nato a Minbari che una volta era Jeffrey Sinclair si presentò come Valen ai curiosi Minbari che salirono a bordo di Babylon 4, e disse loro che avevano "molto lavoro davanti a loro".
Nel corso delle poche decadi successive, avrebbe guidato i Minbari nel cacciare le Ombre da Z'ha'dum, stabilendo il Consiglio dei Grigi e fece le "profezie" che lo avrebbero portato nel futuro a intraprendere la stessa linea d'azione. Il destino di Jeffrey Sinclair come Valen fu materia di alcune congetture della casta religiosa Minbari caste che era indecisa su cosa ne fosse stato di lui alla fine, anche se due note dal passato, suggeriscono fortemente che potrebbe essersi riunito con Catherine Sakai.

(Interpretato da Michael O'Hare)